BI Blog,  News,  Stories

I primi 30 anni del Data Warehouse

Era il febbraio 1998 quando un articolo fu pubblicato sull'IBM System Journal, Volume 27, Numero 1:

"Un'architettura per un business e un sistema informativo"

L'articolo è stato pubblicato da B. A. Devlin e P. T. Murphy e aveva il seguente astratto:

L'ambiente di elaborazione delle transazioni in cui le aziende mantengono i loro database operativi era l'obiettivo originale per l'informatizzazione ed è ora ben compreso. D'altra parte, l'accesso alle informazioni aziendali su larga scala da parte di un utente finale per la creazione di report e l'analisi dei dati è relativamente nuovo. All'interno di IBM, l'informatizzazione dei sistemi informativi sta progredendo, trainata dalle esigenze aziendali e dalla disponibilità di strumenti migliorati per l'accesso ai dati aziendali. È ormai evidente che è necessaria un'architettura per mettere insieme i vari filoni di attività del sistema informativo all'interno dell'azienda. IBM Europa, Medio Oriente e Africa (E/ME/A) ha adottato un'architettura chiamata E/ME/A Business Information System (EBIS) come direzione strategica per i sistemi informativi. EBIS propone un magazzino integrato di dati aziendali basato saldamente nell'ambiente di database relazionale. L'accesso degli utenti finali a questo magazzino è semplificato da un set coerente di strumenti forniti da un'interfaccia utente finale e supportati da una directory di dati aziendali che descrive le informazioni disponibili in termini di utenti. Questo documento descrive lo sfondo e i componenti dell'architettura di EBIS.

Il Dr. Barry Devlin ha definito la prima architettura di data warehouse nel 1985 ed è tra le principali autorità al mondo su BI, big data e oltre. Il suo libro del 2013, Business unIntelligence, offre una nuova architettura per l'uso e la gestione moderna delle informazioni.

30 anni.jpg

Circa il 30o anniversario di Data Warehouse, Devlin ha pubblicato un post su TDWI:

Data Warehousing: trent'anni fa e ancora offrendo valore

Quest'anno ricorre il trentesimo compleanno del data warehouse. Era il lontano 1986 quando io e i miei colleghi di IBM Europe abbiamo definito la prima architettura per uso interno nella gestione delle vendite e della consegna di macchine esotiche come i mainframe System/370 e i minicomputer System/38. L'architettura è stata successivamente descritta nell'IBM Systems Journal nel 1988.

Questa tecnologia, così come i PC all'avanguardia che eseguono DOS 3.3 su macchine basate su Intel 80286 con dischi di dimensioni fino a 20 MB, mostra quanto il mondo è cambiato nel periodo intermedio. Gli smartphone di oggi sono più potenti dei mainframe di quell'epoca, eppure l'architettura del data warehouse è cambiata molto poco. L'architettura illustrata nella figura seguente, datata dalla metà degli anni '90, è funzionalmente equivalente a quella definita 10 anni prima e rimane la base per molti progetti di data warehouse oggi.

Trent'anni fa, Devlin ha già identificato le basi del data warehousing di oggi, come:

Gli utenti possono ora concentrarsi sull'uso delle informazioni piuttosto che su come ottenerle.

Dopo trent'anni, siamo riusciti in questa impresa? Che ne pensi?

Per leggere l'articolo completo dall'IMB System Journal, scaricalo dal seguente link:

Un'architettura per un business e un sistema informativo – Devlin

Ecco il libro Devlin sulla Business Intelligence:


 




Did you like this article? Help me keep the blog alive with a little donation!






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *