• Server BI: sawserver.exe ha smesso di funzionare in OBIEE 12c

    Ho un'installazione OBIEE 12c in Windows Server 2102 R2 (ma penso che questa soluzione sia valida per qualsiasi installazione di Windows). Processo di installazione ha avuto successo e tutto funziona perfettamente, ma casualmente il nqsserver.exe si blocca:

    error2.png

    Durante il controllo dei servizi BI posso vedere che i servizi OBIS e OBIPS sono in stato di arresto e quando provo ad avviarlo di nuovo continuo a ricevere diversi errori, come "nqsserver.exe ha smesso di funzionare":

    errore 1

     

    Questo problema è causato da un'altra installazione Weblogic nel mio server ed è correlato a Weblogic che non è in grado di individuare i file Wbem. Per risolvere questo problema è possibile modificare il file "start.cmd" che si trova nel percorso:

    E: , Oracle , Middleware , Oracle_Home , progetti_utente , domini , bi_foundation , bitools , bin , start.cmd

    Linea che è necessario aggiungere per Wbem:

    Impostare il percorso di percorso C:: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

    Start.cmd dovrebbe guardare lke qui sotto:errore4.png

    Riavviare tutti i servizi BI e tutto funzionerà perfettamente!

     




    Did you like this article? Help me keep the blog alive with a little donation!






  • OBIEE 12c: attualmente non si dispone di privilegi sufficienti per salvare un report o una pagina del dashboard che contiene markup HTML

    Ho avuto questo messaggio di errore con Business Intelligence Server Enterprise Edition – versione 12.2.1.2.0 dopo aver pianificato un agente BI con una risposta che contiene codice HTML.

    Al momento non si dispone di privilegi sufficienti per salvare un report o 
    pagina del dashboard che contiene markup HTML.

    Accordind to Oracle questo errore si applica a qualsiasi piattaforma.

    La prima cosa da fare è assicurarsi che l'utente BI disponga di privilegi sufficienti per creare commenti HTML. Dalla pagina principale vai a:

    Amministrazione -> Gestisci privilegi

    Nel gruppo "Risposte" controlla il tuo uso del privilegio "Salva contenuto con markup HTML":

     

    In generale questo è sufficiente per far funzionare tutto correttamente, ma se hai precedentemente aggiornato da 11g a 12c, è probabile che tu possa imbatterti in un bug e riceverai lo stesso messaggio di errore.

    Per risolvere questo problema, una soluzione "globale" consiste nell'impostare il parametro CheckUrlFreshness su false nel file instanceconfig.xml.

    Per esempio:

    1. Eseguire il backup del <BI_DOMAIN>file /config/fmwconfig/biconfig/OBIPS/instanceconfig.xml.</BI_DOMAIN>

    2. Modificare il file instanceconfig.xml e aggiungere l'elemento CheckUrlFreshness con valore false in Tag di sicurezza:

    <Security></Security>
    <CheckUrlFreshness>falso</CheckUrlFreshness>
    

    3. Salvare il file e riavviare OBIEE

    L'impostazione di CheckUrlFreshness su false renderà OBIPS non più la scansione report XML per il contenuto HTML / consentirà a un utente da qualche altra sessione di inviare il report XML contenente script HTML alla sessione corrente.

    Per impostazione predefinita, questo parametro è impostato su true che impedisce l'invio di codice XML del report con contenuto HTML da parte di un utente da un'altra sessione alla sessione corrente. Poiché il report in esecuzione come parte della condizione di sezione non proviene dalla stessa sessione, pertanto non consente l'esecuzione del dashboard e visualizza il messaggio di errore.

     

     

  • OBIEE 12c: Aggiungi interruzione di pagina in PDF

    Quando si pianifica una risposta BI con l'agente BI per inviare un report in formato PDF, è spesso necessario inserire un'interruzione di pagina tra due diverse visualizzazioni dell'analisi.

    Per ottenere questo è possibile utilizzare il codice CSS:

    Page-break-after: sempre;

    Con questo CSS, il pdf esportato genera un'interruzione di pagina nel punto esatto in cui inserisci il CSS.

    Nella risposta immettere una nuova visualizzazione Testo statico, selezionare la casella "Contain HTML Markup" e aggiungere il seguente codice HTML:

    <Div style="page-break-after: always"></Div>

    obiee_pagebreak_1

    Trascinare la vista tra le due sezioni, nel punto in cui si desidera inserire l'interruzione di pagina. A questo punto, se si pianifica un agente BI che invia il report in un messaggio di posta elettronica in formato pdf, si ottiene un'interruzione di pagina tra le due sezioni, nel punto esatto in cui è stata inserita la visualizzazione di testo statico.

    Utilizzare la Visualizzazione testo statico per inserire interruzioni di pagina ovunque si desideri nella risposta.

     

  • OBIEE: Funzione di classificazione

    La funzione Rank in OBIEE è descritta come segue:

    Sintassi: RANGO(espr)

    Descrizione: Calcola la classificazione per ogni valore che soddisfa l'argomento dell'espressione numerica. Al numero più alto viene assegnato un rango pari a 1 e a ogni rango successivo viene assegnato il numero intero consecutivo successivo (2, 3, 4,…). Se alcuni valori sono uguali, viene assegnato lo stesso rango (ad esempio, 1, 1, 1, 4, 5, 5, 7…).

    funzione_rango

    Ma se si desidera partizionare la classificazione in base a una colonna specificata, è possibile utilizzare un'altra sintassi, non descritta nella descrizione comando:

    RANGO(misura per attributo)

    Ad esempio, per ottenere il grado di "Vendite di prodotti" per "Anno fiscale" è possibile utilizzare:

    RANGO("Fatto – Vendite prodotti". Costo per "Calendario"." Anno fiscale")

     

  • Backup di OBIEE 12c

    Scriveremo semplice script batch che esegue il backup delle directory di configurazione più comuni di un ambiente OBIEE 12c (stiamo considerando un'installazione di Windows).

    Ecco un elenco di alcune directory importanti di un ambiente OBIEE 12c. Modificare il bacth semplicemente aggiungendo le directory che sono importanti per voi.

     

    File di repository (RPD): vengono mantenuti sotto la directory Istanze del servizio. Non possiamo modificarli direttamente – o copiarli sul nostro pc e modificarli lì. Dobbiamo usare il data-model-cmd per caricarli/scaricarli. Tuttavia, procederemo al backup di questa cartella:

    <obiee_home>/user_projects/domains/bi/bidata/service_instances/ssi/</obiee_home>
    metadati/datamodel/personalizzazioni

    Catalogo Web.  In questa cartella vengono archiviati i dashboard, i report, i prompt e tutto il contenuto dell'utente, insieme ad alcuni file di configurazione del catalogo. La struttura di queste directory è identificata da OBIEE 11g, a partire da root, quindi condiviso, utenti ecc.

    <obiee_home>/user_projects/domains/bi/bidata/service_instances/ssi/</obiee_home>
    metadati/contenuto/catalogo

    I file di configurazione più comuni:

    instanceconfig.xml, NQSConfig.INI, sono memorizzati in sottocartelle di:

    <obiee_home>/user_projects/domains/bi/config/fmwconfig/biconfig/</obiee_home>

    odbc.ini, odbcinst.ini & tnsnames.ora.  Tutti e tre i file di connessione dell'origine dati si trovano insieme:

    <obiee_home>/user_projects/domains/bi/config/fmwconfig/bienv/core</obiee_home>

    config.xml. File di sicurezza contenente, quantità di altri elementi, i dettagli dell'area di autenticazione di sicurezza da weblogic:

    <obiee_home>/user_projects/domains/bi/config</obiee_home>

    fmwconfig è una cartella che contiene molti file di sicurezza – system-jazn-data.xml, vari SSO, portafoglio e altri file di configurazione di sicurezza:

    <obiee_home>/user_projects/domains/bi/config/fmwconfig</obiee_home>

    Questo è un semplice esempio di script:This is a simple example of a script:

    @ECHO OFF
    "" , , , , , , , , , , , , . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
    REM Nome del file : auto_backup.bat
    REM Autore : Michele di Nuzzo
    REM Creato il : 15/05/2017
    REM Ultima modifica il : 15/05/2017
    REM Descrizione : Backup automatico per OBIEE 
    REM modificato da : Michele di Nuzzo
    REM Modificato il : 15/05/2017
    "" , , , , , , , , , , , , . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
    
    set curr_date : %DATE: .
    eco %curr_date%
    
    eco offecho Backup dei file del repository...
    se non esiste "%USERPROFILE%"Documenti"backup%curr_date%_backup" mkdir "%USERPROFILE%
    xcopy /S /Y /Q F: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
    
    echo Backup del catalogo web. Attendere prego...
    se non esiste "%USERPROFILE%"Documenti"backup%curr_date%_backup".
    xcopy /S /Y /Q F: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
    
    echo Backup BICONFIG...
    se non esiste "%USERPROFILE%"Documenti"backup"%curr_date%_backup' mkdir "%USERPROFILE%"My Documents'backup%curr_date%_backup'biconfig"
    xcopy /S /Y /Q F: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
    
    eco Backup BIENV...
    se non esiste "%USERPROFILE%"Documenti"backup%curr_date%_backup"bienv" mkdir "%USERPROFILE%
    xcopy /S /Y /Q F:'Oracle_BI'progetti_utente'domini'bi'config'fmwconfig'bienv "%USERPROFILE%'Documenti'backup'%curr_date%_backup'bienv"
    
    echo Backup di Config.xml...
    copy /Y F: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
    
    echo Backup fmwconfig...
    se non esiste "%USERPROFILE%"Documenti"backup"%curr_date%_backup'fmwconfig" mkdir "%USERPROFILE%"My Documents'backup%curr_date%_backup'fmwconfig"
    xcopy /S /Y /Q F: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
    
    
    Backup eco completato!
    @pause
  • OBIEE 12c: Configurazione diretta richiesta database (nQSError: 13017)

    Richiesta di database diretto è la possibilità di eseguire istruzioni SQL direttamente nel data warehouse. DDR ignora BI Server ed esegue l'istruzione SQL fisica ogni volta che si apre una risposta o un dashboard. In modo conforme DDR non utilizzare tutte le funzionalità di Server BI come Gestione cache.

    ddr.png

    Utilizzo DDR quando il requisito del report non può essere rappresentato in un modello di dati o quando è molto costosa la progettazione di un modello di dati per un report semplice.

    ddr2.png

    Per consentire l'accesso a DDR, dal collegamento Amministrazione OBIEE è possibile abilitare le richieste di database diretto per ogni ruolo, all'interno della sezione "Gestisci privilegi":

     Dopo aver applicato il privilegio di sicurezza precedente, l'utente non è ancora in grado di eseguire una richiesta diretta di database:
    Codici di errore: OPR4ONWY:U9IM8TAC:OI2DL65P
    Stato: HY000. Codice: 10058. [NQODBC] [SQL_STATE: HY000] [nQSError: 10058] Si è verificato un errore generale. [nQSError: 43113] Messaggio restituito da OBIS. [nQSError: 13017] All'utente o al ruolo applicazione non è stato concesso il privilegio Accesso diretto al database per accedere al database. Verificare le autorizzazioni utente/gruppo nello strumento di amministrazione di Oracle BI. (HY000)
    Rivolgersi all'amministratore di sistema per ulteriori dettagli su questo errore.

    A questo punto, accedere allo strumento di amministrazione e selezionare Gestisci -> Identità -> Scheda Ruoli applicazione -> Autorizzazioni

     Si noti che per impostazione predefinita "Esegui richieste di database diretto" è impostato su ignore. Impostare l'autorizzazione su "consenti" per concedere al ruolo utente la possibilità di eseguire una richiesta diretta del database su un'area specifica.
  • Pianoforte (Carpisa, Yamamay e Jaked), Trenitalia e tivùsat: innovare il business con gli analytics

    Fonte: digital4.biz:

    la parte parte dai dati è possibile, quando patrimonio d'impresa un'impresa accumula nel valore non disperso in gran parte disperso eperutilizzato, ma è valorizzato nel modo giusto. ChiC ci è, ed ha suoe suod di beni:it aziendale di benedici 'insights' ottenibili sui dati, di potenza dei servizi alla clientela, o di evoluzione delle funzionalità di CRM, le soluzioni di business analytics di Oracle. L'occasione è l'evento "Oracle Analytics in Action", operazione di riferimento sulle attività d'innovazione dell'imprenditoriale attraverso il vale l'epoca della moderne funzionalità di business intelligence.

    Pianoforte, un data base unico e accesso da Mobile "live"

    Gruppo Pianoforte, risulta dalla fusione proprietarie delle lui italiane Kuvera e Inticom, marchio Carpisa, Yamamay e Jaked. Con 1.275 in 47 punti, oltre 30 pezzi di milionii e 16 di scontrini l'anno, Pianoforte innesco supporto allo sviluppo e crea una strategia globale per i marchi. L'esigenza di da sola volta una di BI, Michele di Nuzzo, responsabile del progetto IT, è nata a Carpisa (prima della nascita della nascita della holding), poi il progetto stato e aglisteso e allsteso e allsteso due brand. Prima di tale progetto, i dati, su vari vari vari sistemi (POS, CRM, ERP sistemi, HR), erano in cui si sono i signori, evano da reperire evano da diversi elaborazioni: di volta il venivano resi disponibile al business con ritardo cronico e, la forza dedicata, le incongruenze tra le elaborazioni nuto fiducia qualità sulla tali informazioni.

    La necessità era mangia e grandi moli di dati, elaborando anche dati storici e e su linea quelli degli dei dieci dieci di. Il tutto, accedendo da unico punto. Oggi, con Oracle BI, tutti i dati sono raccolta nel database un unico, ed è possibile attingere informazioni alle storiche e un 'live'. Ma, in ogni caso, gli agenti della rete commerciale, accedendo in mobilità al sistema da iPad o iPhone, può certo in tempo reale quali punti necessitàano di un intervento. 

    Trenitalia, ana clientigrafica e process di assistenza e fidelcazia tentra

    Trenitalia, il Alessandro La Rocca, responsabile responsabile responsabile pianificazione strategica, piani d'innovazione e integrazione commerciale, prima usava un sistema custom (Cartaviaggio) di di di reclami, della loyalty e della reportistica, con dati invasivati su multi-sistema e povero di strumenti per l'efficacie l'efficacia delle azioni di marketing. Ma dal 2010, col supporto di Almaviva e Deloitte, ha ariato un processo di processo di regrado che hao anagrafica clienti e processi di e fidelmente sulla piattaforma Oracle Siebel CRM. Ciò ha autorizzato di dal dao- classico CRM un 'marketing di precisione', ''precision marketing', ''proprio e sul sul gustato', la debase de metro dei clienti, il dito le di customer care e le funzionalità di gestione della fidelizzazione. Anche il vecchio sistema di reportistica è stato dismesso, garedo la Oracle BI Apps, che ha ha posto le capacità di profilazione. Nel progetto, l'introduzione di Oracle RTD (Real Time Decisions) ha poi di areale l'efficacea del campagne commerciali: datiando dato anagrafic e comportamentali tramite modelli predittivi è infatti possibile le azioni per singolo utente, ha fatto un'elevata 'tasso di conversione' più.

    Tivùsat scegliere il CRM nel cloud

    Essendo una società giovane, tivùsat – nata nel 2009 piattaforma venire satellitare via via evago per supportoare gli utenti non coperti, in tutto o in parte, dal-dire terrestro terrestre – ha[sin da subito modello cloud, per migrare un CRM evoluto, direttor evoluto Gilda Serafini, direttore tetipo, controllo e responsabile CRM dell'azienda'. L'evoluzione verso l'analisi aziendale si pieghe con l'esigenza di condienza di dell'i dio erli mag'uso' dei servizi. Nel 2013, ilo passaggi, da Oracle Siebel CRM on Demand, un Oracle Service Cloud ha aumentato le tipo 'self care install' i dagli finale, applicando una logica 'web oriented' che ha di gradulmente il numero di operatori per il il call center. L'uso di Oracle BI Cloud Service ha consentito d'integrare tutti i punti di (chat, contatto social, ecc.), con la possibilità di at-accesso gli utenti e e richieste la loro 'customer experience'.

  • Eseguire la migrazione di utenti e sicurezza a OBIEE 12c

    Per importare/esportare il modello di sicurezza utilizzare la Console Weblogica di OBIEE: accedere alla console e sul lato sinistro fare clic su "Reame di sicurezza", quindi fare clic su "myrealm" nel pannello di destra. Selezionare la scheda Migrazione:

     

     

    Il processo è lo stesso sia per l'esportazione che per l'importazione. Per l'esportazione selezionare la sottoscheda Esporta. Designare una directory SUL SERVER. Questa directory deve esistere. Fare clic sul pulsante e entro un secondo o due il lavoro è fatto.

    L'intero processo di importazione delle impostazioni è solo additivo, le impostazioni esistenti rimangono intatte. Pertanto, per exaplme, se un utente fa parte di un gruppo prima della nuova importazione della protezione e l'importazione include tale utente in un altro gruppo, l'utente finirà in due gruppi.

    Se si passa alla directory del server, verranno visualizzati 5 file:

    Per importare gli utenti, creare una cartella nell'altro server, aprire Weblogic Console, passare alla scheda Migrazione, come è stato fatto quando si esporta l'area di autenticazione di protezione.
    Questa volta selezionare la sottoscheda "Importa", compilare i dettagli della directory e fare clic su "Salva". Si dovrebbe quindi essere presentato con una schermata come di seguito:

    Ora, si può immediatamente in grado di vedere i nuovi utenti e gruppi selezionando dalle schede sullo schermo.